Bulgaria, obiettivo sicurezza

Valentina Bitetto Aug 19 2010:
Bulgaria, obiettivo sicurezza

Pugno duro della Bulgaria contro il gioco illegale, specie se condotto online. Il governo di Sofia, per mezzo della commissione appositamente istituita per gestire anche operativamente questa complessa e delicata materia, è infatti intenzionato a presentare un progetto mirante a imporre forti sanzioni a quelle imprese che quelle persone che partecipano ad attività di gioco cosiddetto ‘remoto’ senza avere una licenza adeguata.

Misure assai severe dunque, che colpiscono sia i giocatori che gli operatori, ma che secondo Sofia serviranno come efficace deterrente verso il moltiplicarsi di attività ai margini della legge. Il progetto, al momento in fase di stesura, stabilisce che gli operatori stranieri che vorranno offrire i propri servizi virtuali anche in Bulgaria, dovranno versare 500mila euro e stabilirsi fisicamente nel paese, condizioni fondamentali per ottenere una licenza.

Le sanzioni previste per gli operatori che continueranno ad agire senza licenza, come detto, sono salate: la multa va da 10mila a 25mila euro, ma è anche previsto il carcere da uno a cinque anni. Più lievi, ma comunque severe, anche le sanzioni per gli utenti: giocare su un sito illegale può costare una multa fino a 1.500 euro e addirittura la prigione da uno a tre anni.

Con queste misure, la Commissione del gioco della Bulgaria spera di ottenere un maggiore controllo sul gioco online, che si sta impetuosamente sviluppando anche in questo paese. La lotta all’illegalità e soprattutto la ricerca di garanzie sempre più ampie nei confronti dei giocatori sono del resto una priorità non solo per i governi, ma anche per gli stessi operatori. E per trascorrere qualche momento all’insegna del divertimento, ma anche della massima sicurezza, ecco il nostro consueto e duplice suggerimento: roxy-palace ed Expect Casinò.


Lasciaci un commento

invia