Casinò online, nuovo colosso

Alessandra Manzari Nov 02 2011:
Casinò online, nuovo colosso

I casinò terrestri statunitensi si preparano per sbarcare alla grande sul mercato dell’online, una volta che il legislatore, federale o statale che sia, si deciderà finalmente a mettere ordine nella materia. Ecco dunque che arriva la notizia che la Mgm Resorts International ha stretto un accordo di joint venture con Boyd Gaming e addirittura con il gruppo Bwin-Party che, come noto, controlla anche in Italia i casinò online e le poker room di Gioco Digitale di Party.

Si tratta davvero dell’unione di tre colossi, destinata a modificare profondamente l’attuale e il futuro assetto dei casinò online a livello mondiale: Mgm possiede infatti casinò storici come il Bellagio, ma le sue proprietà di estendono anche in Asia, più propriamente a Macao. Dal canto suo, Boyd Gaming è un operatore del gambling con base in Nevada, ma che opera in altri sei stati Usa. Grande la soddisfazione dell’amministratore delegato della Mgm, Jim Murren: “Questa mossa è dettata da una strategia precisa, mirante a giocare d’anticipo. È solo questione di tempo prima che i casinò online e le poker room diventino legali negli Stati uniti”. La Mgm parteciperà al 25 percento alla joint venture, Boyd Gaming per il 10 percento: a fare la parte del leone, con la maggioranza assoluta, sarà Bwin-Party.

L’annuncio della joint venture ha avuto ripercussioni assai positive sulle quotazioni in Borsa di Bwin-Party, che non ha subito gli effetti devastanti dell’annuncio greco di un referendum per approvare (o più probabilmente bocciare) il piano di aiuto promesso dall’Ue: le sue azioni sono cresciute del 3,45 percento alla Borsa di Londra.


Lasciaci un commento

invia