Gioco online, illegalità in Francia

Anna Maria Rengo May 03 2010:
Gioco online, illegalità in Francia

Le nuove norme francesi sul gioco online spalancano le porte all’illegalità, anziché a un futuro di regole e certezze. E ci sono ben 2.700 siti illegali di gioco online pronti a operare in Francia dopo l'apertura del mercato alla concorrenza nel mese di giugno. Questa offerta 'sommersa' di gioco sarebbe causata dal nuovo sistema di prelievo fiscale, dalle restrizioni regolamentari e dal divieto di certi giochi.

È il grido d’allarme lanciato con uno studio realizzato da Francis Merlin, delegato generale del Salone dei giochi online (Monaco IGaming Exchanges) che si terrà nel principato dall'11 al 13 ottobre 2010. Le stime parlano di circa 450 milioni di euro di perdite per il volume di raccolta del mercato francese e a 34 milioni di euro quelle relative al mancato guadagno dello Stato. Secondo lo studio "numerosi giocatori" potrebbero essere tentati a continuare a giocare sui siti illegali: soprattutto giocatori di casinò online e di bingo, giochi che verranno vietati dall'offerta legale o giocatori di poker insoddisfatti dell'offerta prevista dall'apertura del mercato alla concorrenza.

Il miglior mezzo, secondo lo studio, per limitare l'impatto dei siti illegali sul mercato francese sarebbe una riduzione delle restrizioni fiscali per incitare gli operatori illegali a prendere una licenza in Francia e di proporre un'offerta di giochi più ampia affinché i giocatori snobbino definitivamente i siti illegali. In Francia gli operatori legali saranno quindi "duramente penalizzati", stima sempre lo studio, perché quelli illegali non saranno mai sottomessi alle regole del mercato francese "costose da mettere in opera per la fiscalità elevata e per i sostanziosi investimenti pubblicitari". Mentre la Francia medita su queste previsioni, per i giocatori italiani è tempo di divertirsi un po’ online, e la nostra scelta cade su Casino.com e Swiss Casino.

Lasciaci un commento

invia