I G&V si ispirano ai casinò

Alessandra Manzari Oct 20 2010:
I G&V si ispirano ai casinò

L’attesa degli addetti ai lavori è tutta per il 27 ottobre, allora si svolgerà l’udienza di merito sul ricorso presentato da Microgame al decreto che introduce concretamente i nuovi giochi da casinò online in Italia (un’udienza che i più sperano e pensano si tratti di una pura formalità), ma intanto anche il gioco cosiddetto ‘pubblico’, ossia quello gestito dai Monopoli di Stato, prende sempre più spesso spunto da quell’azzardo tipico dei casinò, o di locali simili.

Ecco dunque che sulla Gazzetta Ufficiale del 18 ottobre è stato pubblicato un decreto di Aams che indice una lotteria nazionale a estrazione istantanea con partecipazione a distanza denominato ‘Pachinko online’. Ispirazione decisamente esotica, visto che il pachinko è un gioco sulla cresta dell’onda in Giappone, dove è stato inventato sul finire della Seconda guerra a mondiale.

Per l’esattezza a Nagoya, anche se la data è stata spesso messa in dubbio dalla mancanza di prove documentabili. Resta il fatto che il pachinko viene praticato in sale simili a casinò (ricordiamo che al momento questi sono vietati in Giappone, anche se si sta discutendo sulla loro liberalizzazione), dove ci sono però un numero ristretto di macchine, simili, a un’occhiata da profani, a slot machine o a flipper. Tornando al Bel Paese, il nuovo tagliando è generoso: venduto al prezzo di 1 euro, dispone di una massa premi, corrispondente a ogni lotto di 300mila giocate, pari a 210mila euro. Si vince fino a un massimo di 10mila euro. E per chi si è ingolosito dal nuovo grattino virtuale e vuole tentare la fortuna con altri giochi da casinò online, ecco il consueto duplice suggerimento: Roxy Palace Casinò ed Europa Casinò!


Lasciaci un commento

invia