Microgaming punta sull’Italia

Maddalena Graziosi Mar 24 2010:
Microgaming punta sull’Italia

Il debutto dei nuovi giochi online tipici dei casinò in Italia si avvicina e il nuovo ricco mercato fa gola agli operatori, che si preparano dunque allo sbarco nella Penisola. È il caso di Microgaming, software house e provider dell’Isola di Man, già leader dei casinò e dei poker games in molti mercati internazionali e che è stata presente a Enada Primavera con un suo stand e con uno sguardo assai attento alle nuove opportunità tricolori.

L’obiettivo è di entrare in Italia con alcuni brand che costituiranno un network in grado di posizionarsi tra i principali del mercato nazionale. Come spiega il responsabile del business development, Zic Chen: “Abbiamo già sottoscritto tre accordi e ce n’è in ballo un quarti per decidere cosa fare anche nel mercato italiano”. Come procede l'ingresso in Italia? “Siamo providers e forniremo, oltre al software, una buona connettività ai nostri partners che potranno operare anche sotto altre licenze. Stiamo anche valutando di acquisire una licenza nostra ma questa è una decisione che per il momento preferiamo non prendere”. L'analisi del mercato italiano è molto lucida. “Siamo consci di avere un prodotto molto importante e forse avanzato rispetto a quelli in circolazione - prosegue Chen - lo stiamo adattando a questo market senza svilire la qualità di gioco che offre”.

Qual è la peculiarità che vi ha colpito del mercato italiano? "E' vero che ci troviamo in una fase di transizione ma, pur avendo operato in tanti mercati, mai come in Italia mi è capitato di vedere due realtà come quelli dell'online e dell'offline coesistere e integrarsi e interagire", spiega Chen che prosegue, "non a caso siamo convinti che anche noi dovremmo partire dal land based e prendere dei punti in Italia, al Sud e in altre parti della penisola perché qui sembra funzionare così".


Lasciaci un commento

invia